mercoledì 12 agosto 2009

Il sociale...questo sconosciuto

Oggi assistiamo(per fortuna....) ad un pullulare di associazioni di volontariato, di vendite a scopi benefici, di maratone tv sulla raccolta fondi ecc. Però mi chiedo se in tutto ciò a volte non ci sia una vena di ipocrisia, nel senso che vi è un bisogno nelle persone del nostro tempo di voler mettersi in mostra per stare un pò in pace con la propria coscienza. Lungi da me il voler giudicare, però mi sembra importante oggi più che mai, recuperare il valore del rispetto della dignità della persona umana, senza distinzione di sesso, di religione, di opinioni personali(come del resto recita la nostra Costituzione); così facendo si farebbe del bene senza apparire, ci si batterebbe sempre contro le ingiustizie quotidiane e si recupererebbe quella voglia di dialogare con gli altri che manca da troppo tempo.

8 commenti:

Aretusa ha detto...

Señor Sebastián, aquí una malagueña cansada también de la hipocresía y de la televisión...
Me gustan sus textos, cercanos, realistas, certeros...
Auto-invitada a pasearme de vez en cuando para darme de bruces con la realidad cotidiana de nuestra sociedad y de todo lo que la rodea.
Saludos.

Gaviota ha detto...

Bueno por lo poco que pude comprender me ha gustado la forma como se expresa.....me tendra de ves en cuando por aca! y asi aprendo un poco mas italiano!

Sebastiano Landro ha detto...

@ Aretusa: Muchas gracias. Yo creo, cum modestia de interpretar segùn mi pensamento lo que occurre en la nuestra actuàl societad.

Sebastiano Landro ha detto...

@ Gaviota: Muchas gracias. Yo espero de poder ablar sobre los problemas sociales e de actualitad en manera clara y coerente cum lo que yo creo.

la signora in rosso ha detto...

Ogni uomo è mio fratello -hanno detto- ed è vero, basta solo pensare a questo piccolo concetto e si cambia il mondo!

Sebastiano Landro ha detto...

@ la signora in rosso: Sì è proprio così.Si dovrebbe riportare questo sul piano politico-sociale.A tal proposito ricordo che la dottrina sociale della Chiesa parlando della carità la vede non solo come un fattore cristianamente importante ma anche e soprattutto come una categoria della politica.

Santa Cruz ha detto...

Muchas Gracias, parlas sob la dotrina sociale de Iglesia carita, mas os politicos, não ligam aos pobres, ca no meu pais, el politicos não veem essas coisas quando tem que tirar é sempre os mais pobres que pagam a Crise economica. mui bons comentarios
Muitas Gracias
Santa Cruz

Sebastiano Landro ha detto...

@ Santa Cruz: Sì es verdardero,los pobres son los que sufren mas la crisis economica.Los estatos tienen que actuar politicas sociales que ponen el hombre con su dignitad en primero lugar.Un saludo.